CAMBIO STAMPO, "SMED & SMEM" IN PLASTIC MOLDING

 

La logica che guida al cambio stampo efficiente è, nel sistema Lean, la logica SMED (Single Minute Exchange of Die). Si tratta di una metodologia che guida la riorganizzazione della sequenza del cambio stampo secondo i principi del pit-stop di formula uno: velocità, sequenza, caccia agli sprechi.

 

Lo SMED è un metodo efficace, che fornisce indicazioni sull'ottimizzazione dei flussi e, in generale, dei principi di lavoro. Si basa principalmente sulla logica di "portar fuori" dal tempo di fermo dell'impianto le varie operazioni NVA (=non a valore aggiunto).

 

Non ci sono però indicazioni su elementi, consigli e riferimenti tecnologici o pratico-operativi specifici del mondo della plastica, quali ad esempio lo stampaggio a iniezione, l'estrusione, il film, il compound, il soffiaggio...

"Per questo motivo noi del Lean Plastic Center, guidati dall'esperienza sul campo - spiega l'ing. Alessandro Grecu - abbiamo sviluppato un approccio nuovo e originale, senza precedenti nel mondo della plastica. Si tratta del metodo SMEM (Single Minute Exchange of Mold), che noi proponiamo come evoluzione del metodo SMED, in quanto ai principi e alle teorie visti sopra unisce altri vari elementi e metodi fondamentali per poter aumentare l'impatto dell'implementazione di progetti di abbattimento dei tempi di set up nel mondo della plastica".


In particolare, alcuni degli approcci che che moltiplicano gli effetti del metodo SMED, dando vita al metodo plastico SMEM, sono:

 

  • approccio basato sui 16+5 sprechi plastici, in aggiunta ai soli 7+1 sprechi "trasversali"
  • approccio basato sulle logiche PlastEx (Plastic Excellence), che si concentrano sull'eccellenza dei processi plastici, come aggiunta a un approccio metodologico di tipo "accademico"
  • valorizzazione dell'efficienza degli stampi attraverso l'approccio Easy Mold, che permette di garantire la massima resa nelle operazioni dirette e indirette
  • abbattimento dei tempi passivi: il metodo SMED studia le tecniche di attrezzaggio per rendere le operazioni di cambio stampo rapide ed efficienti, abbattendo costi, assorbimenti di risorse, superficie critica
  • altri approcci e sotto-metodi sviluppati all'interno del nostro metodo Lean Plastic®, finalizzati a efficientare tutte le operazioni della fabbrica plastica.

Immaginate cosa succede quando al metodo teorico aggiungiamo suggerimenti e riscontri su persone, competenze, gestione di spazi fisici, celle e frequenze, tecniche di avviamento...

Un approccio di metodo + tecnologia + materiali + persone: un risultato strabiliante, mille volte più forte ed esaustivo del solo SMED.

 

In questo modo riorganizziamo non solo le operazioni di cambio stampo, ma anche tutte le operazioni della cella, degli stampi stessi, delle resine e polimeri (VA-NVA). Il metodo SMEM è dunque un elemento fondamentale dell'approccio Lean Plastic®.

L'EVOLUZIONE STA ARRIVANDO