Easy Mold

Il mondo della plastica è tipicamente instabile. E' infatti caratterizzato da frequenti fenomeni di cambio produzione, cambio formato, problemi relativi alle ripartenze, problemi di avviamento e di set up, etc... Di conseguenza in diversi casi viene messo sotto "duro attacco" il margine di commessa e la convenienza economica a produrre determinati lotti.

Gli imprenditori e i manager si chiedono quindi quale sia il lotto minimo oltre il quale non conviene produrre. Il problema è dunque affrontare i cambi stampo, sia piccoli che grandi, riuscendo a renderli il più possibile efficienti evitando che, a causa di cambi di stampo e di produzione, il tempo di produzione decresca in maniera eccessiva e cercando di massimizzare la resa. Questi principi nella plastica si applicano non solo allo stampaggio e alla gestione degli stampi, ma anche all'estrusione e al film. Poiché il processo produttivo della plastica è particolarmente instabile, abbiamo sviluppato il metodo SMEM, che si è evoluto a partire da alcuni approcci trasversali, non pensati in origine per la plastica. A questi approcci aggiungiamo altri metodi, sottometodi, consigli, che abbiamo sviluppato nel corso di molti anni a bordo pressa.